saluto

 

Il saluto del presidente/the president’s greeting

Carissimi amici
Assumendo il prestigioso incarico di Presidente della Federazione Italiana Dragon Boat voglio ringraziare il mio predecessore dott. Claudio Schermi, attuale presidente onorario, con il quale ho collaborato fin dalla costituzione della nostra federazione nel 1997, occupandomi in qualità di vice presidente del settore tecnico e delle squadre nazionali. Collaborazione che ci ha portato ad organizzare in Italia 2 campionati mondiali e 4 campionati europei, partecipando negli ultimi 20 anni con le nostre squadre nazionali a tanti eventi internazionali a livello mondiale ed europeo.
Ringrazio le Società che hanno voluto concedermi la loro fiducia e con le quali continueremo a lavorare insieme per sempre migliori successi e per la crescita del movimento del dragon boat italiano
Un pensiero affettuoso va agli atleti di tutte le categorie, dagli Junior agli over 60, segno di come il nostro sport è veramente uno sport per tutti con le sue molteplici applicazioni che ne fanno uno degli sport in maggiore crescita a livello mondiale.
Il protocollo di intesa con la Federazione Italiana Canoa Kayak ha caratterizzato questa mia presidenza sin dal primo giorno e costituisce un impegno, ma anche un onore, gestire questa attività di dragon boat anche per una federazione prestigiosa come quella della canoa, dalla quale provengo e nella quale ho militato prima come atleta e poi come allenatore.
Credo e spero di essere all’altezza nel condurre questa nostra federazione dalle tradizioni orientali millenarie, lavorando con grande impegno e motivazione insieme al Consiglio federale, alle società, agli atleti ed ai giudici arbitri.
Ad Maiora Semper
Antonio De Lucia

Dear friends,
In the new prestigious position of Italian Dragon Boat Federation President, I would like to thank my predecessor, Dr. Claudio Schermi, now FIDB Honorary President. With Claudio, we worked togheter since the foundation of our federation in 1997 and I serve as FIDB Vice President and Chair of the competitions and national teams areas. This long journey togheter led us to organize 2 World Championships and 4 European Championships in Italy, and to partecipate with our national and club crews teams at most international and continental championships in the last 20 years.
I would like to thank the italian Clubs who wanted to give me their trust and with which we will continue to work together for ever better and new successes and for the growth of the Italian dragonboat movement.
An affectionate thought goes to athletes of all categories, from Junior to over 60, as a sign of how our sport is truly a “sport for all” with its many opportunities that make it one of the world’s fastest growing water sport.
The MoU with the Federatione Italian Canoa Kayak has characterized my presidency since the first day and is a commitment, but also an honor, to handle the dragon boat activity also for a prestigious federation such as the canoe kayak, from which I come and in which I first played as an athlete and then as a coach.
I believe and hope, to be able to lead this federation from the millennial oriental traditions, working with great commitment and motivation together with the Executive Committee, the Clubs, the Athletes and the Race Officials.

Ad Maiora Semper
Antonio De Lucia